a Cervignano del Friuli

Onoranze Funebri

urna per cremazione

La cremazione

(Cos'è e come bisogna comportarsi)


La cremazione consiste nell'incenerimento per mezzo di combustione, di tutto il feretro (cassa e salma) e la successiva raccolta delle ceneri in una "apposita urna".

Negli ultimi anni questa pratica è sempre più richiesta.

L'iter burocratico da seguire è molto semplice: al momento del decesso è sufficiente rivolgersi all'Impresa Funebre e manifestare che il defunto in vita aveva espresso (tramite testamento o anche solo verbalmente) la sua volontà ad essere cremato.

 

I documenti da compilare sono principalmente due:

  • la prima è la manifestazione di volontà nella quale il parente (o i parenti) più prossimo dichiara sotto la propria responsabilità la volontà del defunto di essere cremato;
  • la seconda è la richiesta al sindaco del comune nel quale è avvenuto il decesso, di autorizzare la cremazione.

I documenti da allegare a queste due richieste sono la fotocopia del documento d'identità del defunto e di chi richiede la cremazione.

Per coloro i quali, al momento del decesso, risultavano iscritti ad una società di cremazione, è sufficiente la presentazione in carta libera, scritta e datata, sottoscritta dall'associato di proprio pugno o se impossibilitato autenticata da due testimoni, dalla quale, chiaramente, risulta la volontà di essere cremato.
La dichiarazione deve essere convalidata dal Presidente della Società di Cremazione.

I forni crematori a cui noi ci appoggiamo hanno sede a Cervignano del Friuli, Udine, Trieste e Spinea.
I tempi per il rientro delle ceneri possono variare in base a dove ci si rivolge e alla disponibilità dei forni.
Il costo della cremazione, in base alle tabelle nazionali. è pari a € 485,34 (iva esclusa). Tale costo è solo indicativo; può infatti variare in base a dove ci si rivolge.

NOVITA'

Da pochi anni si è data la possibilità ai famigliari di poter conservare l'Urna presso il proprio domicilio, previa specifica richiesta scritta al Sindaco del Comune di residenza.

DISPERSIONE DELLE CENERI

Anche in Italia è consentita la " dispersione delle ceneri ".

A riguardo la Legge prevede quanto segue:
E' possibile disperdere le ceneri di un defunto, solo ed esclusivamente se quest'ultimo abbia fatto richiesta di cremazione quando era in vita e nel pieno delle facoltà mentali ".

Una volta ottenuta la cremazione, quindi la raccolta delle ceneri all'interno di una apposita urna, è necessario fare ulteriore richiesta all'ufficio di Stato Civile.
Una volta ottenuto il permesso si può procedere alla dispersione vera e propria.

Tale operazione è regolamentata, a livello regionale, dalla L.R. del 21 Ottobre 2011, n°12, e precisamente con gli art. 42 e 43.